|   |   |   |   |   |   | 
Tornate nella home page della Fondazione Biblioteca Morcelli Pinacoteca Repossi
La storia ed i progetti della Fondazione
Tornate nella pagina dedicata alla Pinacoteca Repossi
Archivi, Progetti in atto, In vetrina
San Giacomo Maggiore Apostolo, Giuseppe Vermiglio
 | 
 | 
 | 
 | 
La card dei musei
Monti Gaetano, Elbe . - Cliccate per l'immagine grande
Monti Gaetano, Igea

Visitateci per conoscerci.

BUONA   NAVIGAZIONE !


La pinacoteca Repossi

Origine

Pietro Bartolomeo Repossi (1776-1854) non ha radici clarensi: nato nel Milanese, a Binasco, lavora a Brescia e a Bologna, dove studia e si laurea in giurisprudenza nel 1814. Con il ritorno a Bologna del governo pontificio, Repossi abbandona la città e passa ad esercitare l'avvocatura a Chiari. Qui ottiene vari incarichi sia politici che professionali, fra cui l'insegnamento di "belle lettere" nel locale collegio fino al 1821. Muore il 7 aprile 1854 e nel suo testamento dichiara che “tanto la libreria, quanto la raccolta di incisioni e litografie, ed i quadri ed i marmi ed i gessi dovranno essere addetti alla Biblioteca Morcelliana ed accrescerne il prezioso tesoro per la pubblica istruzione maestra di civiltà e sorgente di prosperità pubblica e privata”; aggiunge: “impongo l’obbligo assoluto (…) che l’istituto stesso debba provvedere a mantenere un professore di disegno applicabile specialmente alle arti e mestieri”.

Oggi, sempre grazie a donazioni private e pubbliche, la Pinacoteca Repossi conserva un prestigioso patrimonio storico-artistico: 300 dipinti; 190 sculture; 2570 stampe; 45 mobili antichi; 30 oggetti di interesse storico-artistico; 1070 calchi in gesso e/o ceralacca di antiche medaglie e un centinaio di beni storico-militari.Nel 2006, dopo la ristrutturazione dei palazzi sede del Museo e il recupero di nuovi spazi finalizzati all’esposizione temporanea e permanente, alla gipsoteca, ai laboratori didattici, all’auditorium… si è passati al riallestimento museale. Con l’autorizzazione della Soprintendenza per i beni storico artistici competente per il territorio, le opere sono state esposte secondo percorsi tematici: il sacro (secc. XV-XX), i ritratti (secc. XVIII-XX), i paesaggi (secc. XVII-XX), i pittori e gli scultori clarensi (secc. XVIII-XX), i contemporanei. Un piano del Museo è dedicato alla gipsoteca.
Tutte le opere acquisite fino al 2007 sono inventariate e catalogate secondo il SIRBeC – Regione Lombardia, e sono pertanto consultabili on line nel sito: www.lombardiabeniculturali.it.

 

Nuovo allestimento della Pinacoteca Repossi
Obiettivo

Rendere più fruibili ai visitatori le opere con un’esposizione concettualmente ed esteticamente più efficace e razionale.

Patrimonio della pinacoteca Repossi
Il patrimonio museale, attualmente in fase di catalogazione (Progetto SIRBeC), consiste in:

DIPINTI: 230
SCULTURE: 150
MOBILI ANTICHI: 45
OGGETTI DI INTERESSE STORICO E/O ARTISTICO: 30
(1 paio ciabatte femminili; 3 ventagli; 1 occhialetto montato in tartaruga; 1 targa celebrativa di G.B. Rota; 1 tricorno; 1 tabacchiera; 1 collare; 1 paio scarpe papa Gregorio XVI; 1 timbro con stemma G.B. Rota: cliché; 1 bastone Morcelli; 3 vasi; 6 candelieri; 1 conopeo; 1 pianeta verde + 1 stola; 1 pianeta rosa + 1 stola; 1 stola; 1 camice)
Stampe (già catalogate col SIRBeC): 2520

Linee guida e metodologia espositiva
Considerato il patrimonio museale della pinacoteca Repossi, non si è ritenuto opportuno adottare un criterio espositivo solo storico-cronologico in quanto si dovrebbero giustificare troppi “salti” e troppi “buchi” (anche secolari).
Con l’autorizzazione della Soprintendenza Si è preferito pertanto adottare un criterio espositivo a temi, secondo i seguenti percorsi:

Casa Torri :
- Piano terra:
- spazio espositivo per mostre temporanee

- Primo piano:
- Biblioteca Morcelliana
- Sala delle pale d’altare
- Sala della pittura devozionale

ala della pittura devozionale

Casa Faglia

Ala ovest , prospiciente Via Varisco:

piano terra:
- Percorso nella scultura di V. Pelati

primo piano
- I Teosa: padre e figlio
- Galleria dei ritratti con le sculture di Gaetano Monti


Galleria dei ritratti con le sculture di Gaetano Monti

- Gabinetto stampe

Ala nord:
piano terra:
- Laboratorio di restauro e movimentazione opere;
- laboratori didattici;
- foyer con cortiletto per incontri culturali

primo piano:
- Itinerario fra i paesaggi del sec. XVIII: L’ ARCADIA
- Tra XIX e XX secolo
- Il Novecento: paesaggi e nature morte
- Sala Repossi dedicata agli artisti clarensi:
Pietro Repossi , scultore
Giovanni Repossi, pittore.

Sala Repossi dedicata agli artisti clarensi

 
Secondo piano:

- gipsoteca

Gipsoteca

   
Ala est (ex officina fabbro)
Piano terra:
Auditorium “Flavio Riva”
che si apre sul cortile per una fruizione pubblica dello stesso

Primo piano
Sezione d’arte contemporanea.

Sezione Arte Contemporanea

© 2003 Fondazione Morcelli Repossi
Scriveteci per ogni altra necessità